Divinità egizie nomi e significato

Divinità egizie nomi e significato con immagini, elenco e caratteristiche delle principali divinità egizie.

Divinità egizie significato

Il significato delle divinità egizie è piuttosto complesso: infatti gli Egizi erano un popolo molto religioso ed erano politeisti, cioè adoravano molte divinità, e proprio per questo le divinità egizie erano circa 200. Ad esempio c’erano divinità che proteggevano singole città, mentre altre si veneravano in tutto l’Egitto.

Divinità egizie nomi

I nomi delle principali divinità egizie sono: Anubi, Ammit, Osiride, Iside, Horus, Seth, Nefti, Ra, Sekhmet, Hathor, Bastet, Maat.

Divinità egizie caratteristiche

Tra le caratteristiche principali delle divinità egizie c’era sicuramente quella di venire rappresentate con sembianze umane o animali, oppure come entità ibride. Molti Dei condividevano caratteristiche e titoli, andando così a creare una tradizione religiosa molto complessa.

Anubi dio dell’oltretomba

Anubi è il Dio dei morti, Dio Sciacallo e Dio dell’imbalsamazione. Era la divinità che proteggeva i morti anche durante la mummificazione. Anubi è l’accompagnatore delle anime verso il regno di Osiride, viene anche raffigurato con una bilancia perché doveva giudicare i peccati e la purezza del cuore del defunto, operazione per cui veniva utilizzata una piuma. Se il cuore risultava essere più pesante della piuma, l’anima veniva data in pasto ad Ammit. Se invece il cuore era più leggero della piuma, l’anima poteva entrare nell’oltretomba.

Anubi dio dell’oltretomba

Ammit dio egizio

Ammit è la Dea Coccodrillo, divinità funeraria posta ai piedi di Anubi perché divorava le anime di chi non poteva entrare nell’oltretomba. Viene raffigurata con la testa di un coccodrillo, le zampe anteriori di un leone e quelle posteriori di un ippopotamo, le 3 creature che gli antichi Egizi ritenevano più pericolose. 

Ammit dio egizio

Osiride dio della morte

Osiride è il Dio della morte, dell’agricoltura e della religione. Viene raffigurato come una persona normale, sulla testa ha un copricapo bianco che rappresenta una corona e nelle mani tiene due bastoni, ovvero lo scettro heqa e il flagello. La leggenda narra che Osiride fu ucciso dal fratello Seth ma, grazie a una magia di sua sorella e moglie Iside insieme a Nefti, tornò in vita e divenne il dio della morte.

Osiride dio della morte

Iside dea della luna

Iside è moglie e sorella di Osiride, è la Dea della fertilità, della magia e della Luna. Essendo madre di Horus, Iside viene considerata anche dea della maternità. Iside viene raffigurata con sembianze umane e con una corona in testa, protesse suo figlio da Seth aiutandolo a riconquistare il trono e scoprì il nome segreto di Ra.

Iside dea della luna

Horus dio falco

Horus è il Dio Falco, viene raffigurato con la testa di un falco pellegrino e in testa ha due corone. É il Dio della natura, dell’arte, della bellezza e della musica, protettore dei cacciatori e responsabile della natura e del suo equilibrio. Horus era una divinità chiaroveggente, in un suo occhio c’era il sole mentre nell’altro la luna. Durante lo scontro con Seth perse l’occhio sinistro.

Horus dio falco

Seth dio egizio

Seth è il Dio egizio del caos e della violenza, del deserto, delle tempeste e degli stranieri. Viene raffigurato alternativamente con una testa di sciacallo, capra, asino o volpe del deserto.Secondo alcuni miti Seth viaggiava sulla barca del sole insieme a Ra, invece secondo altri racconti Seth uccise il fratello Osiride e ne rubò il trono, che perse successivamente durante lo scontro con Horus.

Seth dio egizio

Nefti divinità egizia

Nefti è la divinità egizia delle mummie, della morte, delle ore della notte, del parto, dei fiumi e guardiana del letto funebre di Osiride. Si dice che sia la madre di Anubi, generato insieme a suo fratello Seth. Nefti è sorella di Iside e Osiride e viene raffigurata come una donna normale. I suoi animali simbolo sono il nibbio e il falco egiziano.

Nefti divinità egizia

Ra dio egizio

Ra è il dio egizio del sole che viene raffigurato con la testa di falco con una sfera rossa sopra la testa (che simboleggia appunto il sole) e un serpente attorcigliato. Viaggiava sulla barca del sole insieme a Seth per combattere Apopi, mostro con le sembianze di un serpente che voleva ingoiarsi il sole.

Ra dio egizio

Sekhmet dea

Sekhmet è figlia di Ra, è la Dea leonessa, raffigurata appunto con la testa di una leonessa. Sekhmet è la Dea della guerra, dell’epidemie, delle guarigioni.

Sekhmet dea

Hathor dea dell’amore

Hathor è la Dea dell’amore, della gioia, della maternità e della bellezza. Figlia di Ra, viene raffigurata con sembianze umane.

Hathor dea dell’amore

Bastet dea gatto egizia

Bastet è la Dea Gatto, viene rappresentata come una donna con la testa di gatto: è la divinità della casa, dei gatti, della guerra, delle donne, della fertilità e delle nascite.

Bastet dea gatto egizia

Maat dea egizia

Maat è la Dea egizia che rappresenta la giustizia e la verità, ha sembianze umane e viene raffigurata con in testa un copricapo con una piuma e al posto delle braccia ha delle delle ali piumate. Le sue piume erano quelle che Anubi utilizzava per la pesatura dei cuori. Inoltre Maat era la responsabile delle costellazioni e delle stagioni.

Maat dea egizia

Divinità egizie elenco

Ed ecco qui l’elenco di tutte le principali divinità egizie in ordine alfabetico:

Ammit
Ammit veniva raffigurata con sembianze di leone, coccodrillo e ippopotamo, era la divoratrice del cuore dei defunti giudicati colpevoli.

Amon
Amon era inizialmente una divinità locale di Tebe, il cui nome significa “Colui che è nascosto”: venne elevato successivamente al rango di sovrano degli Dei nella sua forma di Amon-Ra.  

Anubi
Anubi era un Dio a testa di canide, era il patrono degli imbalsamatori e custode delle necropoli.

Atum
Atum era il grande dio creatore conosciuto come “Colui che si è generato da sé”, esattamente come Ra. Il centro del suo culto era principalmente Eliopoli. 

Bes
Bes era un Dio raffigurato con aspetto di nano, era il protettore della sfera domestica e delle partorienti. 

Geb
Geb era figlio di Shu e Tefnut, personificava la Terra ed era raffigurato come un uomo dall’incarnato verde.

Hathor
Hathor era la Dea dell’amore, della gioia e della bellezza, spesso raffigurata sotto forma di mucca. Il suo nome significa “Dimora di Horo” cioè il cielo (riferendosi a Horo il Falco). Era la protettrice del faraone e di tutti i defunti.

Horo
Horo, spesso raffigurato sotto le sembianze di falco, era il figlio di Iside e Osiride e fu concepito dopo la rinascita del padre che egli vendicò e al quale succedette. Horo era il dio con cui si identificava ogni faraone regnante.

Iside
Iside era la grande Dea della magia che ricompose il corpo smembrato di Osiride, suo fratello e sposo, creando così la prima mummia. Inoltre fu la Dea che generò Horo. Il suo nome veniva scritto con il segno geroglifico del trono.

Khepri
Khepri era il Dio-sole del mattino ed era rappresentato con la testa di uno scarabeo. 

Maat
Maat era la Dea dell’ordine cosmico e simboleggiava la rettitudine; era identificata con la piuma che veniva contrapposta al cuore del defunto sulla bilancia al momento della pesatura che ne giudicava l’operato in vita. Personificazione dell’ordine cosmico e dell’armonia, Maat regolava le stelle, le stagioni e le relazioni degli uomini con gli Dei.

Nekhbet
Nekhbet era la Dea-avvoltoio dell’Alto Egitto, le sue ali spiegate proteggevano il re. Nekhbet e Uadjet, la dea cobra, erano definite “Le Possenti” .

Nefti
Nefti era sorella di Iside, ed esattamente come Iside era protettrice dei defunti.

Nut
Nut era la Dea del Cielo: la figura femminile di Nut, inarcandosi al di sopra del corpo disteso del fratello Geb, dava forma alla volta celeste.

Osiride 
Osiride in origine era un re terreno ed era il dio della fertilità, il suo nome era anche reso dal geroglifico del trono. Dopo essere stato ucciso e fatto ritornare in vita, divenne il Dio salvatore dei defunti e sovrano del Mondo Inferiore. 

Ptah
Ptah era il Dio creatore del mondo e patrono degli artigiani; era venerato nella città di Menfi. 

Ra
Ra, il cui nome significa “sole”, era appunto il Dio-sole e di norma veniva ritratto con corpo umano e testa di falco coronata dal disco solare. La città di Eliopoli, la città del sole, era il luogo principale del suo culto.

Sekhmet
Sekhmet, rappresentata come una temibile leonessa, era la Dea della distruzione. Il nome Sekhmet significa la “Potente” e la Dea rivolgeva la sua potenza e la sua forza bellicosa contro tutti i nemici dello Stato.

Seth
Seth era il Dio della tempesta, del disordine e del deserto: uccisore del fratello Osiride, veniva di norma raffigurato con corpo umano e la testa di un enigmatico animale mai identificato con certezza, accostato di volta in volta allo sciacallo, all’asino o al mulo.

Shu
Shu era il Dio dell’aria e veniva raffigurato con corpo umano e il capo ornato da una piuma. Il Dio Shu nacque da uno starnuto di Atum. 

Tueret
Tueret era la Dea protettrice delle partorienti, raffigurata con l’aspetto di un ippopotamo.

Tefnut
Tefnut, sorella gemella di Shu, nata da uno sputo di Atum, era la Dea dell’umidità: il suo nome è talvolta scritto con il segno geroglifico delle labbra che espellono sputo. 

Thot
Thot era il Dio della saggezza e patrono degli scribi, raffiurato con testa di ibis. Il suo luogo di culto era situato nella città di Ermopoli. 

Uadjet
Uadjet era la Dea-cobra del Basso Egitto, simboleggiata dall’ureo, il serpente tutelare che veniva posto sulla fronte dei sovrani.

Divinità egizie nomi e significato

Concludiamo l’appunto sui nomi e il significato delle divinità egizie con una serie di immagini di divinità egizie.

Divinità egizie immagini

Ecco qui alcune immagini di divinità egizie:

Immagini divinità egizie

Ed ecco qui altre immagini di divinità egizie:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.