Come si scrive una lettera ad un amico

Come si scrive una lettera ad un amico, spiegazione su come scrivere una lettera ad un amico con la struttura della lettera e suggerimenti su come iniziare e come finire una lettera ad un amico

Lettera ad un amico come si scrive?

Può sempre tornare utile sapere come si scrive una lettera ad un amico, magari perchè scrivere una lettera può essere una traccia d’esame: infatti scrivere una lettera consente di esprimere la propria fantasia e le proprie emozioni, semplicemente scrivendole su un foglio bianco.

come si scrive una lettera ad un amico

Come scrivere una lettera ad un amico

Proseguiamo coi suggerimenti su come scrivere una lettera ad un amico ed andiamo ora ad analizzare lo stile e il linguaggio da utilizzare. Questo genere di lettera deve avere uno stile informale, rilassato e il tono deve essere colloquiale, come se si stesse chiacchierando con un amico nella vita reale. Visto che ci stiamo rivolgendo ad un amico, quindi ad una persona che conosciamo bene, possiamo salutarlo con un semplice “ciao”, vanno inoltre evitate le espressioni formali (come ad esempio ” Egregio sig. Bianchi”); va ovviamente usato il “tu” e non il “lei”.

Struttura lettera ad un amico

La struttura di una lettera ad un amico comprende le seguenti parti: luogo e data, saluti iniziali, introduzione, corpo della lettera, chiusura, saluti, firma e post scriptum.

come si scrive una lettera ad un amico

Lettera ad un amico struttura

Andiamo ora ad analizzare ciascuna delle parti che formano la struttura di una lettera ad un amico:

  • Luogo e data: vanno scritti in alto, sulla destra del foglio. Basta riportare la data del giorno in cui si sta componendo la lettera e il luogo in cui la si sta scrivendo. Ad esempio: “Milano 18/06/2022”

  • Saluti iniziali: la lettera va iniziata salutando l’amico. Siccome ci stiamo rivolgendo ad un amico, quindi a una persona con cui abbiamo confidenza, possiamo usare una formula di saluto amichevole come ad esempio “Ciao Laura” oppure “Caro Marco”. Dopo il saluto bisogna mettere la virgola e andare a capo: la frase successiva, che aprirà l’introduzione, deve iniziare con la lettera minuscola. 

  • Introduzione: serve ad introdurre l’argomento che verrà trattato nella lettera. Si presume che stiamo scrivendo una lettera proprio perchè l’amico si trova lontano e non abbiamo quindi la possibilità di sentirlo spesso. Nell’introduzione possiamo quindi chiedere all’ amico come sta, cosa sta facendo e infine spiegare il motivo della lettera. Ad esempio: “É già passato un mese dall’ultima volta che ci siamo sentiti e così ho deciso di scriverti per sapere come stai e per raccontarti cosa mi è successo negli ultimi giorni”.

  • Corpo della lettera: questa è la parte più lunga della lettera ed essendo la parte centrale è anche la più importante, dove bisogna sviluppare il tema centrale della lettera. Dovremo raccontare all’amico  le novità che ci riguardano ( ad esempio la famiglia, la scuola, le vacanze ecc) e condividere con lui le emozioni che abbiamo provato e i progetti per il futuro. Bisogna sempre ricordarsi di utilizzare un tono confidenziale e di chiedere opinioni all’amico su quanto stiamo scrivendo, in modo da coinvolgerlo nel racconto. Infine, ricollegandoci all’ultima ipotetica lettera che l’amico ci aveva inviato, chiediamogli aggiornamenti sulle vicende che ci aveva raccontato ( ad esempio la partenza per un viaggio, un nuovo amore ecc).

  • Chiusura: in chiusura, dopo aver terminato di scrivere tutto ciò che si voleva raccontare all’amico, è importante utilizzare le parole giuste per chiudere la lettera, incoraggiando l’amico a rispondere usando formule come “spero di ricevere presto una lettera da te” oppure “rispondimi al più presto”. In chiusura si può anche esprimere un augurio, come ad esempio “passa delle belle vacanze”.

  • Saluti: per i saluti va utilizzato un linguaggio semplice, lo stesso che si usa nel quotidiano con gli amici nella vita reale, come ad esempio “ci vediamo presto”“un bacio”“un abbraccio”.

  • Firma: va scritto solo il nome, senza cognome.

  • Post Scriptum: se ci siamo dimenticati di dire qualcosa all’amico, con il semplice P.S. (post scriptum), posto alla fine della lettera dopo la firma,  possiamo aggiungere qualche altra informazione o fare una domanda che ci eravamo dimenticati di scrivere precedentemente.
come si scrive una lettera ad un amico

Come iniziare una lettera ad un amico

Andiamo adesso a riassumere le informazioni e i passaggi essenziali su come iniziare una lettera ad un amico:

Dopo aver scritto in alto a destra luogo e data, iniziamo la lettera salutando l’amico e facendo una breve introduzione in cui gli chiediamo come sta, spiegando brevemente il motivo della lettera. Va poi sviluppato il tema centrale in cui raccontiamo all’amico le cose che ci sono successe, condividendo con lui i nostri pensieri e le nostre emozioni. 

come si scrive una lettera ad un amico

Come finire una lettera ad un amico

Andiamo infine a riassumere le informazioni e i passaggi essenziali su come finire e terminare una lettera ad un amico:

Prima di concludere una lettera ad un amico possiamo incoraggiare l’amico a risponderci utilizzando formule come “spero di ricevere presto una lettera da te” oppure “rispondimi presto”. Possiamo inoltre esprimere anche un augurio, come ad esempio “passa delle belle vacanze!”. Per finire la lettera salutiamo infine l’amico usando formule come “un abbraccio”, “a presto”, “un bacio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.